Responsive Menu
Add more content here...

I parchi piú belli di Roma Centro

installazione condizionatori roma
offerta condizionatori roma con montaggio

Roma è tra le città piú “verdi” d’Europa. Lo spazio dedicato a parchi e ville è tantissimo, ci sono delle distese enormi di aree dedicate a parchi. Abbiamo preparato la lista dei parchi piú belli di Roma che si trovano in centro o comunque a ridosso della zona centrale. Non abbiamo considerato altre zone come il parco dell’ Insugherata a Roma Nord e la pineta di Castelfusano ed Ostia a Roma Sud e litorale.

Villa Borghese

Ampia, elegante e ricco di radure ombrose e belle fontane, è un grande parco per una passeggiata, un pic-nic o una corsa. Puoi anche affittare una barchetta per andare sul piccolo lago artificiale che si trova al suo interno, oppure noleggiare una bicicletta , riscio’ o pattini. All’ interno si trova anche una splendida ludoteca comunale per ragazzi  (Casina Raffaello), un teatrino di burattini (il San Carlino) e un cinema dedicato ai bambini (cinema dei piccoli).

Altri incantesimi di questi giardini terrazzati includono l’orologio ad acqua, i busti di vari notabili e un obelisco in stile egizio che l’imperatore Adriano eresse sulla tomba del suo amato Antino. Qui c’è anche la terrazza del Pincio, dove si gode il panorama più famoso di Roma al tramonto.

laghetto-villa-borghese
laghetto-villa-borghese

Villa Celimontana

Indirizzo : Via della Navicella 12 

La Villa Celimontana è situata sulla sommità del colle Celio a sud-est di Roma nel Rione Celio . L’ingresso principale è nei pressi di Piazza della Navicella, accanto alla Basilica di Santa Maria in Domnica . Un ingresso secondario è situato sul Clivo di Scauro nei pressi della Basilica dei Santi Giovanni e Paolo . Il parco è una continuazione delle Terme di Caracalla .Qui i picnic sono una tradizione dal 1552, quando la famiglia Mattei offriva ai pellegrini un semplice pasto durante la Visita delle Sette Chiese iniziata da Filippo Neri. In estate qui si tengono incantevoli cene-concerto. In estate si svolge il “Village Villa Celimontana” con concerti jazz e swing, street food e cucina etnica.

 

Villa Doria Pamphilj

Indirizzo: ci sono vari ingressi data la sua ampiezza: Via Aurelia Antica 327 oppure Via Vittoria Nenni o Largo Casale Vigna Vecchia

È l’area verde più grande di Roma (184 ettari) che si estende dal Gianicolo lungo l’antica Via Aurelia. È un posto fantastico per una corsa o per fare una passeggiata, offre anche postazioni per esercizi ginnici. All’interno si trova un piccolo laghetto e le sue colline sono adornate da ville, fontane, laghetti e aranceti e sono perfette per passeggiare o fare un picnic sotto i pini marittimi. Qui è stato girato anche il film “il conte Tacchia” con Enrico Montesano.

Giardino degli Aranci

Indirizzo: Piazza Pietro D’Illiria

è il nome usato a Roma per descrivere il Parco Savello . Un piccolo parco di circa 7.800 mq che si trova sul colle Aventino . Il parco offre un’ottima vista della città dall’ alto. Il giardino, così com’è oggi, fu progettato nel 1932 da Raffaele De Vico.  Fu costruito per offrire al pubblico l’accesso alla vista dal fianco del colle, creando un nuovo ” belvedere ”, da aggiungere ai belvedere esistenti a Roma dal Pincio e dal Gianicolo .

Il giardino, il cui nome deriva dai numerosi alberi di aranci amari che vi crescono, si estende sull’area di un’antica fortezza costruita nei pressi della basilica di Santa Sabina dai Savelli tra il 1285 e il 1287, a sua volta edificata su un antico castello costruita dai Crescentii nel X secolo. Il giardino è delimitato da un muro che un tempo circondava il castello Savelli e del castello sono ancora visibili altri resti.

giardino-aranci
giardino degli aranci

Orto Botanico

Indirizzo : Largo Cristina di Svezia, 23 A

I graziosi giardini botanici e i terreni della Galleria Corsini offrono uno dei luoghi più piacevoli per trascorrere un’ora o due e respirare l’aria riccamente profumata di oltre 7.000 specie di piante che prosperano qui. I giardini, che ora appartengono all’Università di Roma, comprendono varietà autoctone ed esotiche, raggruppate secondo gli ecosistemi. Si trova a Trastevere, l’ingresso è a pagamento, non c’è bisogno di prenotazione e costa 4 euro. All’ interno dell’ orto botanico c’è anche “la casa delle farfalle”, ingresso a pagamento, uno spazio dove vivono decine di farfalle in libertà di tutti i tipi e specie.

Villa Sciarra

Indirizzo V.le delle Mura Gianicolensi, 11

Si trova sul Gianicolo , nel rione XIII Trastevere , sulla riva destra del Tevere. Prende il nome da un ramo della famiglia Colonna , i Colonna di Sciarra che ne furono proprietari nei secoli xviii e xix .  La Villa passa poi alla famiglia Wurts, che l’arricchisce con statue di arenaria provenienti dal castello visconteo di Brignano d’Adda e la dona al governo fascista per la città, insieme a una consistente somma per le spese di manutenzione. Luogo di storia e cultura, ameno giardino di scrittori e poeti, da D’Annunzio che vi ambienta il duello de Il piacere tra “viali di lauri alti e snelli” e “spalliere di rose”, al filosofo Martin Heidegger, fino a Caproni, Gadda, Bertolucci e Pasolini il quale, ispirato dal rigoglioso e prepotente ciclico rifiorire, scrive la poesia Il glicine,

Il vasto parco di Villa Sciarra, con una superficie di 7,5 ha , si appoggia ad ovest ea sud sul muro del Gianicolo ( Mura gianicolensi ), fatto costruire nel 1643 da papa Urbano VIII , che separa questo luogo dal Trastevere del Quartiere Gianicolense (Monteverde Vecchio). A est, via Dandolo, poi, a nord, via Calandrelli permettono di salire fin lassù dal centro cittadino. Via Calandrelli conduce a piazzale Wurts, ingresso monumentale progettato dall’architetto Pio Piacentini (1846-1928).

Villa Ada

Indirizzo : Via Salaria 265

Questo enorme parco pubblico, in origine riserva di caccia del re Vittorio Emanuele III, presenta prati ondulati, acque serene e boschi cedui. Vale la pena uscire se hai bisogno di un antidoto ai fumi e ai rumori della città. Nelle notti d’estate il lago all’estremità settentrionale del parco ospita bancarelle di cibo e concerti.

Parco del Colle Oppio

Indirizzo ingresso : Via Labicana oppure Viale Fortunato Mizzi

Probabilmente il parco con la piú bella vista del mondo, quella sul Colosseo. Dopo ore di cammino intorno al Foro e al Colosseo in piena calura estiva, questi verdi pendii possono essere uno spettacolo gradito. La maggior parte del parco del Colle Oppio è in realtà il tetto della Domus Aurea di Nerone e puoi vedere le strutture dei lucernari per le sue stanze. Se non ne hai abbastanza di visite turistiche, puoi anche esaminare i massicci resti delle Terme di Traiano sparsi nella zona.

parco-colle-oppio

Parco della Caffarella

Ingressi principali :  Via della Caffarella, Via Latina, Largo Tacchi Venturi

situato a ridosso delle Mura Aureliane e compresa fra due direttrici dell’antichità, la via Latina e la via Appia, questo enorme parco combina terreni agricoli e natura selvaggia con una ricca fauna selvatica, questi campi e prati sono punteggiati dai resti dei templi romani. C’è anche un grande parco giochi per bambini.

Parco degli acquedotti

Ingressi principali: via Lemonia 12 ,

Il Parco degli Acquedotti o parco dell’ Appia Antica, è uno dei tesori nascosti di Roma ed è un luogo affascinante per gli amanti della storia antica e della natura. Questo parco si trova nel quartiere Appio Claudio, a sud-est del centro storico di Roma, ed è facilmente accessibile dal centro della città. E’ il “parco urbano” piu’ grande d’Europa.

Il parco offre una serie di sentieri e percorsi pedonali che attraversano il paesaggio e permettono ai visitatori di esplorare da vicino gli antichi acquedotti romani. Queste passeggiate offrono una vista panoramica degli archi e delle rovine e sono un’opportunità per immergersi nella storia e nella natura contemporaneamente. Qui ci sono gli itinerari che è possibile percorrere a piedi o in bicicletta.

Per chi vuole fare sporto è fantastico , ci sono attrezzature per la ginnastica a corpo libero e percorsi da seguire. Frequentato da sportivi e amanti della natura a tutte le ore del giorno.

parco-appia
parco-appia

Parco di Tor di Quinto

Tor di Quinto è un quartiere di Roma Nord che fino agli anni Quaranta era considerato zona rurale al di fuori della città ed era collegato al vicino PONTE MILVIO da un unico tram, il numero 101, anche chiamato dagli abitanti di zona “er tranvetto”.

Ingresso principale: Via Fornaci di Tor di Quinto, 1

Negli anni Cinquanta il quartiere è stato urbanizzato con la costruzione di palazzi e aree verdi, tra cui l’omonimo parco che si estende per 9 ettari e che include un laghetto attorno al quale sorgono 250 alberi, in prevalenza querce e pioppi. Tale densità arborea rende il parco molto piacevole e ombroso, e per questo molto apprezzato dai romani specialmente in estate.

Il consiglio è quello di venire a fare una passeggiata portando un telo da stendere a terra. Il laghetto artificiale è l’habitat di numerosi uccelli acquatici e ha una particolare forma a cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto